Bastarda Dentro

Tuesday, March 14, 2006

Ho riletto i commenti e devo dire che non sono stata coerente con me stessa. Me la sono presa per un commento malevolo quando da anni mi sono ripromessa di infischiarmene di ciò che gli altri, ma soprattutto le altre, dicono di me.
Il vigile ieri sera è stata una delusione. Tutto un piangersi addosso per i problemi che ha a casa; come se me ne fregasse qualcosa. Non siamo amici, ne mi va che lo diventiamo. Ha una sola cosa interessante, tutto il resto è noia. E' proprio vero che è difficile ripetere una bella esperienza e che forse è meglio tenersi un bel ricordo piuttosto che rovinarlo cercando di ripeterla.
Quando è venuto a casa mia la prima volta, un paio di anni fa, e gli ho messo la mano sulla patta, ha fatto esattamente quello che nelle mie fantasie sessuali sognavo che facesse. Mi ha spinta sul letto, sfilato la gonna (cortissima!!) e tutto il resto, senza che neanche me ne accorgessi, e nel giro di 30 secondi avevo già 10 cm di lingua che mi solleticavano tutti i punti giusti. Avere una faccia barbuta fra le gambe non da sempre le stesse sensazioni. Leccare una vagina non è una cosa che tutti sanno fare, anche se sembra la cosa più facile del mondo. Ne so qualcosa perchè l'ho fatto anche io. Non ho fatto in tempo a pensarlo che già venivo. Mai successo prima! Poi si alza e si spoglia anche lui e mi porge gentilmente un'asta veramente notevole e, per fortuna, pulita e profumata. Gli ho restituito la cortesia. Anche succhiare bene un uccello non è così scontato. Jimmy, il mio più caro amico nonchè gay irriducibile, sostiene che solo un uomo può sapere cosa sente un altro uomo e quindi farlo godere. Forse vale per altre donne ma sicuramente non per me. Il mio vigile godeva e parecchio. Gli uomini non sanno e non possono fingere su queste cose. Quando mi sono girata alla pecorina verso di lui ero così eccitata che mi è entrato dentro in un attimo.
Bel ricordo. Mi capita ancora di masturbarmi pensandoci. E invece ieri sera era tutto un piangersi addosso e chiedermi consigli. A me!! A me che non credo nella coppia e che l'amore lo misura in centimetri.
Ci ho messo mezz'ora per scaricarlo. Ho cercato anche di non ferirlo. Il massimo che potevo fare.

Jimmy ha riso per mezz'ora quando sono andata a casa sua per raccontargli tutto.

Mi sta bene. Proprio io che sfotto sempre Jimmy e Letizia (la sua amichetta a cui piace brucare i cespuglietti di altre ragazze; si è ripassato anche il mio) quando si incaponiscono con delle storie che non hanno un senso. Basta minestre riscaldate, anche se extra large.

9 Comments:

Post a Comment

<< Home